quinta-feira, 23 de abril de 2015

A VERSÃO VEGANA NA ITÁLIA DO QUERIDINHO DO NORTE DE MINAS: O ANDU. NAS MÃOS E ARTES DA CHEF CHRIS KOSTNER


Farofa di fave Farofa de andu


 
Questa ricetta è un tipico contorno brasiliano, che mi ricorda 
mia nonna ...lei la cuoceva nell'antica stufa a legna. 
Ricordo che rimanevo da lei a pranzo, non so se fosse 
contenta perché non mangiavo la" farofa de Andu"! 
Un piatto della tradizione culinaria di Minas Gerais, 
un piatto  povero, contadino e preparato con  ingredienti 
semplice ma ricco di sapore! Nel tempo, ogni regione ha 
personalizzato la ricetta. Questa che vi pubblico è la ricetta
che si tramanda da generazioni nella mia famiglia, ma  
esistano diverse versioni con abbinamenti di salsiccia, carne, 
uova ecc  http://cozinhandocombernadete.blogspot.it/2013/07/andu-o-queridinho-do-norte-das-minas_24.html . 
Servite con riso basmati  o  come aperitivo!


Ingredienti

300 g di fave fresca sgranate
160 g di farina di manioca
1 cipolla rossa tagliata a cubetti
2 Cucchiai di burro vegetale o olio d’oliva
Sale e pepe qb
1 spicchio d’aglio tritato
Coriandolo ed erba cipollina per finire
  
Preparazione

Mettete le fave in una pentola, aggiungete abbondante acqua
fredda quanta ne basta per coprirle e fatele cuocere per circa 
20 minuti. Scolatele.
Scaldate in una padella il olio d’oliva o burro vegetale e fate 
appassire la cipolla e il aglio in precedenza tritati, quindi unite 
le fave. Aggiungete la farina di manioca a pioggia mescolando 
bene. Cuocete per due o tre minuti, fino a che la farina 
risulterà granulosa e tostata, ma non bruciata (mescolate con 
cura) condire con sale qb, pepe nero macinato al momento, 
il coriandolo e l'erba cipollina tritata.
Trasferite la farofa su un piatto di portata e servite calda o 
fredda.



Um comentário:

Arte & Salgados disse...

Querida Bernadete, é uma grande satisfação ter uma receitinha do meu blog aqui no teu maravilhoso espaço...que tem como objetivo divulgar, e preservar a nossa culinária Mineira.Bravissima chef!!! Um grande abraço

IMPRIMIR ESTA RECEITA